Accedi ai servizi

Indagine multiscopo sulle famiglie: Aspetti della Vita Quotidiana

Che cosa è

L’indagine campionaria “Aspetti della vita quotidiana” fa parte di un sistema integrato di indagini sociali – le Indagini Multiscopo sulle famiglie e rileva informazioni fondamentali relative alla vita quotidiana degli individui e delle famiglie. A partire dal 1993, l’indagine viene svolta ogni anno. Le informazioni raccolte consentono di conoscere le abitudini dei cittadini e i problemi che essi affrontano ogni giorno e se sono soddisfatti del funzionamento di quei servizi di pubblica utilità che dovrebbero contribuire al miglioramento della qualità della vita. Scuola, lavoro, vita familiare e di relazione, abitazione e zona in cui si vive, tempo libero, partecipazione politica e sociale, salute, stili di vita sono i temi indagati.

Chi risponde

L’indagine è eseguita su un campione estratto dall'ISTAT di circa 25.000 famiglie distribuite in circa 800 comuni italiani di diversa ampiezza demografica.
Sono intervistati tutti gli individui appartenenti alle famiglie rientranti nel campione. Se uno di essi è assente o impegnato, nel caso di intervista somministrata da un intervistatore, si chiede un appuntamento entro l’arco di tempo previsto per la rilevazione; se questo non fosse proprio possibile le risposte possono essere fornite da un altro familiare che risponde al posto della persona assente.

Per il nostro comune verranno intervistate 24 famiglie.

Come vengono scelte le famiglie

Le famiglie vengono estratte  casualmente dall’elenco dei nominativi coinvolti nelle rilevazioni censuarie del 2019, secondo una strategia di campionamento volta a costruire un campione statisticamente rappresentativo della popolazione residente in Italia. Alcuni giorni prima dell’intervista viene inviata alle famiglie estratte nel campione una lettera a firma del Presidente dell’Istat in cui viene presentata l’indagine.

Qual è il periodo di rilevazione

L'indagine si svolge nel periodo aprile-maggio 2021.

Come vengono raccolti i dati

Le informazioni vengono raccolte attraverso un questionario online che viene interamente autocompilato dai rispondenti oppure di una intervista diretta con questionario sia elettronico che cartaceo, somministrato da un intervistatore.
Le famiglie possono compilare il questionario online dal 8 marzo al 20 aprile 2021, in totale autonomia, nei tempi ritenuti adeguati alle proprie esigenze, direttamente tramite Internet. Per compilare il questionario online è sufficiente collegarsi al sito dedeicato dell'Istat (https://gino.istat.it/avqfamiglie), utilizzando le credenziali riportate nella lettera di invito.
Qualora la famiglia non avesse la possibilità di compilare il questionario tramite Internet, terminato il periodo previsto per la compilazione online, la raccolta delle informazioni avviene, dal 3 maggio al 21 maggio, attraverso la somministrazione da parte del rilevatore comunale di un’intervista in modalità telefonica e poi attraverso la compilazione su carta da parte della famiglia della seconda parte del questionario (Questionario individuale).
Tuttavia, anche in considerazione degli argomenti trattati, per rendere più agevole l’adempimento dell’obbligo di fornitura dei dati, la famiglia ha la possibilità di effettuare l’intervista, che si sarebbe dovuta svolgere al telefono, di persona (metodologia standard per questa indagine prima dell’emergenza sanitaria), previo consenso e nel pieno rispetto dei protocolli sanitari.

Obbligo di risposta

L’obbligo di risposta per questa rilevazione è sancito dall’art. 7 del decreto legislativo n. 322/1989 e dal DPR 20 maggio 2019 di approvazione del Programma statistico nazionale 2017-2019 – Aggiornamento 2018-2019 2019 e dell’allegato elenco delle rilevazioni che comportano l’obbligo di risposta per i soggetti privati.
L'obbligo di risposta non riguarda, in ogni caso, i quesiti di natura sensibile ai quali i cittadini potranno decidere se rispondere o meno. Sono di natura sensibile le domande presenti nelle sezioni 7, 8, 9, 10 e 12 del questionario individuale A (ISTAT/IMF-7/A.20) e 7 e 19 e i quesiti 21.2, 21.3 e 21.5 del questionario individuale B (ISTAT/IMF-7/B.20). I quesiti riguardanti i dati sensibili saranno, inoltre, segnalati dall'intervistatore nel corso dell'intervista.

Vai sul sito ISTAT per maggiori informazioni