Accedi ai servizi

Comune di San Giuliano Terme Portale istituzionale dell'ente

Imposta Unica Comunale (I.U.C.)

Che cos'è?
Con la legge di Stabilità 2014 è stata istituita, con decorrenza 1° gennaio 2014, la I.U.C. (Imposta Unica Comunale), composta da tre prelievi distinti:

IMU Imposta Municipale Propria  ( in vigore dal 1° gennaio 2012) – dovuta dal possessore dell’immobile

TASI  Tributo per i Servizi Indivisibili – dovuta sia dal possessore che dall’utilizzatore

TARI Tassa sui Rifiuti (sostituisce la TARES in vigore nel solo anno 2013) – dovuta dall’utilizzatore

Gestione TARI

A decorrere dal 01/01/2017 l'Amministrazione comunale ha deciso di riappropriarsi della gestione della tassa sui rifiuti (TARI), che fino al 31/12/2016 era gestita dalla Geofor, in seguito a tale decisione  lo sportello Geofor ha cessato la sua attività il 31/12/2016.

A partire dall'anno in corso per tutto ciò che riguarda la gestione del tributo TARI i contribuenti possono rivolgersi al Servizio Entrate del Comune di San Giuliano Terme, che osserva il seguente orario di apertura al pubblico: il martedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 16.30, il giovedì e il venerdì dalle 8.30 alle 12.30. Inoltre possono contattare telefonicamente l'ufficio, il martedì e il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 11.00, ai seguenti numeri telefonici: 050/819336 - 339 - 224- 334 - 362 - 373.

Quadro normativo 
La normativa in materia di IUC è stata poi modificata dal Decreto-Legge n. 16 del 6/03/2014, convertito in legge, con modificazioni, dall’ art. 1, comma 1, legge n. 68 del 2/05/2014.

Importanti novità sono state introdotte dalla Legge di stabilità del 28/12/2015 n. 208 per i dettagli si rimanda alla consultazione delle specifiche sezioni IMU TASI e TARI.

                                                                                                               
Calcolo IMU E TASI anno 2019

Attenzione: il calcolatore rappresenta un ausilio per il calcolo del tributo e per la corretta compilazione del modello di pagamento (F24). Si tenga presente in ogni caso che la disciplina concernente i versamenti IMU e TASI è dettata dalla Legge oltre che dalle delibere comunali di approvazione dei rispettivi Regolamenti, aliquote e detrazioni. Pertanto, nel caso vi siano dubbi sulle modalità di calcolo, si invita a contattare l'ufficio.
 

Chi incassa la IUC e chi la gestisce

Soggetto attivo della IUC (cioè ente creditore) è il Comune.

La gestione, l’accertamento e la riscossione dell’IMU, della TASI e della TARI sono svolte dal Comune.

Presupposto impositivo della IUC

La IUC si basa su due presupposti impositivi:

 1) uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore (IMU)

 2) e l’altro collegato all’erogazione e fruizione di servizi comunali: in particolare la TARI finanzia i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e la TASI finanzia i costi dei servizi comunali indivisibili.

Il comma 14 dell'art. 1 della Legge di stabilità del 28/12/2015 n. 208 sancisce l’esclusione dalla TASI delle abitazioni principali. Le modifiche incidono sulla disciplina TASI dettata dalla legge di stabilità 2014 (legge n.147 del 2013). In particolare, la lettera a), con una modifica al comma 639, elimina la Tasi dagli immobili destinati ad abitazione principale non solo del possessore, ma anche “dell’utilizzatore e del suo nucleo familiare”, ad eccezione degli immobili classificati nelle categorie A/1, A/8 e A/9 (cd. “immobili di lusso”). Con la lettera b) viene sostituito il comma 669 della legge di stabilità 2014, riguardante il presupposto impositivo della Tasi. Viene precisato che il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati e di aree edificabili, ad eccezione dei terreni agricoli e dell’abitazione principale. Restano imponibili le abitazioni “di lusso” (A/1, A/8 e A/9).

Scadenze di pagamento IUC:

IMU : 16 giugno (acconto) e 16 dicembre (saldo).

TASI : 16 giugno (acconto) e 16 dicembre (saldo).

Dichiarazione IUC:

Va presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di inizio del possesso o della detenzione degli immobili assoggettabili al tributo.

Ravvedimento operoso IMU e TASI

Il ravvedimento operoso è un'opportunità offerta al contribuente per regolarizzare delle violazioni commesse sia relativamente alle dichiarazioni che al pagamento del tributo (IMU o TASI). La condizione necessaria affinché il contribuente possa avvalersi del ravvedimento operoso è che non siano iniziati accessi, verifiche, ispezioni o altri tipi di attività di accertamento da parte dell’ente impositore di cui l’interessato abbia avuto formale conoscenza.

Per ulteriori informazioni si clicchi sul seguente link: "Ravvedimento Operoso".

Richieste di informazioni e Sportello IMU-TASI-TARI

Presso il Palazzo "C" posto in Via G.B. Niccolini, 36 - San Giuliano Terme al piano terra è attivo uno Sportello IMU-TASI e TARI, con personale della U.O. Entrate, a disposizione dei contribuenti per informazioni, chiarimenti e rilascio/ritiro modulistica. Tale sportello informativo è aperto al pubblico il martedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 16.30,  il giovedì e il venerdì  dalle 8.30 alle 12.30. 

Nei giorni di chiusura dello Sportello IMU-TASI-TARI i cittadini possono:

protocollare eventuali istanze/dichiarazioni presso l'Ufficio Protocollo, durante il seguente orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e il martedì e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 16.00. 
contattare l'ufficio telefonicamente facendo i seguenti numeri: 050/819339-362-224-373-334-336-285.
Si fa presente che dal 15 luglio al 23 agosto gli uffici comunali saranno aperti al pubblico solo la mattina, per la sospensione dei rientri pomeridiani nel periodo feriale.

Normativa di riferimento:

art. 1, commi 639 e seguenti L. 147  del 27/12/2013 (Legge di Stabilità 2014);
artt. 1 e 2 D.L. 16 del 6/03/2014;
art. 1, commi 10, 14, 15, 53 e 54 della Legge di stabilità del 28/12/2015 n. 208